Comune di Paullo

Il nome Paullo deriva dal latino palus, paludis (palude) diventato con il tempo pa(d)ulo. Questa provenienza del nome si riferisce al fatto che il paese è sorto vicino ad una palude prosciugata dai Benedettini

Le origini del paese sono legate alla presenza del Lago o Mare Gerundo formatosi dallo straripamento dell’Adda e Serio. Il Lago Gerundo (da “Glarea”, cioè “ghiaia”) viene menzionato anche nei documenti medievali fino a quando scomparve, in seguito ai numerosi lavori di bonifica del territorio.

I primi insediamenti abitati sul territorio di Paullo risalgono al VI secolo a.C., quando gli Insubri, popolazione di origine celtica, si stanziarono in queste zone, attratti dalle ingenti risorse idriche. I Galli lasciarono dei segni importanti del loro passaggio, fra cui diversi toponimi, usi, costumi e termini della lingua locale.
Nonostante il territorio della città metropolitana di Milano sia tra i più densamente popolati e urbanizzati, quasi il 40% è composto da aree tutelate come parchi. Nel comune di Paullo si trova il Parco Agricolo Sud Milano.
Il comune ha una vocazione principalmente commerciale: sorgono sul territorio di Paullo numerose ditte, fabbriche e piccole aziende. La Paullese, che prende il nome proprio da Paullo, è un’importante strada, un’arteria fondamentale che collega Milano al cremonese.
Il territorio, completamente pianeggiante e ricco di corsi d’acqua che, irrigando abbondantemente il terreno, ne accrescono la produttività, presenta un profilo geometrico molto regolare, con variazioni altimetriche irrilevanti.

Il dolce tipico di Paullo è la torta Chiaro di luna, che deve il suo nome proprio alla canzone del paroliere e autore televisivo Alberto Testa, datata 1962. L’inventore della torta è stato Ettore Pahor, che all’epoca del disco di Testa era l’unico pasticciere a Paullo. A lui l’allora sindaco del paese chiese di creare un dolce per festeggiare il lancio a Paullo del brano di Testa, con tanto di gemellaggio con i francesi di Maubeuge. Gli ingredienti base sono pasta frolla, mandorle e marmellata.

Nel 1945 è stato selezionato a Paullo da Angelo De Vecchi il riso Carnaroli.

Le Frazioni

Conterico, Cascina Inzogo, Tombona, Ronco, Bentivoglio, Linate, Cossago, Cossaghetto, Villambrera, Fornace, Sant’Antonio, Casello, Gere, Cascina Nuova

Paullo è posta tra il fiume Adda e il fiume Lambro e confina con sei comuni: a nord con Settala, a nord-ovest con Mediglia, a ovest con Tribiano, a sud con Mulazzano(LO), ad est con Zelo Buon Persico (LO) e a nord-est con Merlino (LO).