Skip to content
Un Fontanile nascosto nel bosco
Fontanile Testa della Visconta

Fontanile Testa della ViscontaDopo lunghi periodi di sedentarietà sto provando a riprendere il cammino; per chi cammina come me, camminare non è solo un esercizio fisico, è un’immersione emotiva nel territorio, è osservazione, è sorpresa, è ricerca, è riflessione, ispirazione, comunione soprattutto con la natura, ma anche con arte, storia, spiritualità, vita urbana e vita di campagna.

Questa mattina, quando sono uscita avevo l’obiettivo di andare a fotografare i campi di grano baciati dai cieli azzurri della primavera.

Da casa mia ho proseguito verso il Parco Nord di San Giuliano Milanese e ho fatto un breve giretto in compagnia di chi come me ha sempre un motivo per camminare la mattina presto: persone con i cani, atleti, corvi alla ricerca di cibo facile e solitari un po’ strampalati (io compresa).

Uscendo verso San Donato Milanese, ho preso la pista ciclopedonale non asfaltata ma perfettamente mantenuta e coperta da ghiaia bianca, che da una parte costeggia il laghetto di San Giuliano Milanese  e dall’altra la campagna.

Mi aspettavo di vedere i campi di grano baciati dal sole perché avevo un’idea a riguardo, ma quest’anno sono stati mantenuti a riposo; un po’ delusa ho comunque proseguito la passeggiata sul bel sentiero, tra canti di uccelli, voli dei pappagallini e lo scorrere dell’acqua.

Con la testa tra le nuvole e senza accorgermi che quelle nuvole cominciavano a diventare minacciose, ho deciso di arrivare fino al Parco delle Querce, situato proprio alla fine del sentiero.

Camminando con lo sguardo fisso sulla bellezza selvatica che mi scorreva di fianco, la scoperta: al confine tra San Giuliano Milanese e San Donato Milanese un cartello del WWF indicava il “Fontanile Testa Della Visconta”; sono passata molte volte in quel tratto e non l’ho mai notato, forse perché solo un anno fa i fontanili non attiravano così la mia attenzione.

Da quello che ho letto e visto, questo fontanile è protetto da un fitto bosco quasi impenetrabile, se non attraverso sentieri che occorre conoscere, per un attimo sono stata tentata ad addentrarmi, ma consiglio di farlo con una guida esperta.

Mi sono un po’ informata, questo bosco deve essere una vera meraviglia, sia per l’invalicabile magia selvatica che ne costudisce il cuore, ossia il Fontanile, che per le speci animali e per la flora che lo abitano: variopinti pappagalli, meravigliosi picchi rossi, farfalle, ricci e addirittura la volpe rossa… forse basterebbe portare una seggiola e sedersi ai margini del bosco, in prossimità dei sentieri che lo percorrono, per ascoltarne in silenzio i suoni e con un po’ di pazienza scorgere qualche suo abitante, ma non ero preparato e non escludo che lo farò.

Quello che assolutamente non sono riuscita a trovare è l’origine di questo strano ed evocativo nome del Fontanile, certamente ha una storia legata ai possedimenti di nobili proprietari del passato… o forse la Visconta è sparita nelle sue acque e d’allora il sito porta il suo nome. Chi Può dirlo?

Un cartello logoro lungo il sentiero principale indica anche la pista “due ruote per sei comuni”; ma non è tutto: nell’invano tentativo di trovare la storia di questo misterioso fontanile protetto dal bosco, ho scoperto che il comune di San Giuliano Milanese, ricco già di bellezze da scoprire, ha ben 5 Oasi Urbane… tutte da visitare.

Ho trovato le informazioni su questi tre Siti:

In Naturalis: https://www.inaturalist.org/places/oasi-testa-del-fontanile-visconta-wwf-sud-milano

WWF: https://www.wwf.it/dove-interveniamo/il-nostro-lavoro-in-italia/oasi/san-giuliano-milanese/

Percorso Oasi di San Giuliano Milanese: https://www.quindicinews.it/2022/05/conosciamo-le-oasi-urbane-a-san-giuliano-milanese/