Le Sorgenti della Muzzetta

La Riserva naturale Sorgenti della Muzzetta si estende tra i Comuni di Rodano e Settala nel territorio del Parco Agricolo Sud Milano. Fu istituita per tutelare un importante complesso di fontanili in un contesto tipico del paesaggio lombardo delle risorgive.

Le Sorgenti della Muzzetta sono inserite tra i siti di Importanza Comunitaria (SIC) della rete ecologica europea Natura 2000. L’ente gesstore del sito è il Parco Agricolo Sud Milano che è responsabile del suo stato di conservazione.

Le Sorgenti della Muzzetta, formate dai tre fontanili Molino, Vallazze e Regelata, rappresentano il nucleo principale della Riserva.

Il Molino, probabilmente il più grande fontanile della Provincia di Milano, ha la forma triangolare e un aspetto suggestivo per la presenza di numerose polle emergenti dalla superficie dello specchio d’acqua.

Al suo interno è presente l’Isola colonizzata da una densa vegetazione palustre.

Oltre ai Fontanili è rilevante la presenza di un brusco idrofilo, insediatosi spontaneamente nei pressi dei fontanili Molino  e Vallazze. Il Fontanile Regelada è il risultato un intervento del Parco Agricolo Sud Milano di alcuni anni fa.   Sulla base di vecchie carte catastali del 18º secolo è stata ricostituita la testa del fontanile che era andata perduta negli anni. Una ipotetica data di scavo dei tre fontanili viene fatta risalire a cavallo tra il XVI e il XVII secolo. Fanno testo alcuni riferimenti alle rogge adiacenti alle risorgive e alla correlazione con l’arte idraulica del tempo.  La riserva comprende anche il fontanile Nuovo, il Busca, il Bascana e lo Schenone all’interno di proprietà private che arricchiscono il paesaggio circostante, introducendo ulteriori elementi di diversificazione ambientale.

Natura 2000 è una rete di aree protette destinate alla conservazione della biodiversità sul territorio dell’Unione Europea ( articolo tre della direttiva Habitat (92/43/CEE) del Consiglio del 12 maggio 1992).

Nel marzo 2011 il Consiglio direttivo del Parco Agricolo Sud Milano ha approvato il piano di gestione del Sito di Importanza Comunitaria 20050009 / Sorgenti della Muzzetta, facendolo rientrare nella sezione “Piani di Gestione dei Siti Natura 2000”.

Scopo fondamentale delle misure di conservazionee dei piani di gestione è quello di conseguire la finalità della direttiva ” di salvaguardare la biodiversità mediante la conservazione  degli habitat naturali, nonchè della flora e della fauna selvatiche nel territorio europeo degli Stati membri al quale si applica il Trattato”.

 

 

Sorgiva- Sorgenti della Muzzetta

Che cos'è un Fontanile

I fontanili sono esclamazioni poco profonde fatte dall’uomo per prendere dal sottosuolo. Quando si passa dall’alta alla media pianura lombarda ( 110 – 150 metri sul livello del mare) ma, nel sottosuolo si spinge molto vicino alla superficie perché incontra strati impermeabili di argilla.: E così vicina alla superficie da affiorare spontaneamente come nelle risorgive oppure può essere aiutata da un piccolo scavo come avviene per i Fontanili. Il laghetto scavato dall’uomo, si chiama “testa del fontanile”. Nel suo fondo spesso sono infissi tini di legno o di cemento oppure tubi di ferro per favorire l’uscita dell’acqua: quando sono in funzione, in cima ad essi si formano piccole fontane chiamate “polle” o “occhi di fontanile”. Il flusso è meno evidente quando le sponde o il fondo funzionano da sorgente: si parla allora di infiltrazioni. La zona dove la testa si restringe bruscamente si chiama “asta di deflusso”; essa convoglia l’acqua nel “canale di scolo” che la porta nelle zone attraverso canali di irrigazione.

L'ambiente del Fontanile

Il fondo ghiaioso- sabbioso l’acqua limpida sempre in movimento con temperatura più o meno costante tutto l’anno sono le condizioni adatte per favorire la crescita e lo sviluppo di una flora e una fauna caratteristica

Se il fontanile è ben conservato si possono distinguere piante galleggianti e sommerse radicate al fondo e piante delle rive, potenziali habitat per una fauna ricca e diversificata. Nell’acqua si trovano le larve del rarissimo tricottero e sui fondali bassi vive lo scorpione d’acqua, uno strano insetto che da sott’acqua respira attraverso un’appendice caudale sporgente. La superficie dell’acqua è spesso ricoperta dalla verdissima lenticchia d’acqua. Gli anfibi non sono solo rane e rospi, ci sono anche i tritoni. Sono presenti, oltre alle zanzare, numerose le farfalle e soprattutto le eleganti libellule.

Il Bosco umido e la vegetazione

Mentre nelle zone coltivate si trovano solo i pioppi neri, I terreni che circondano il fontanile ospita un bosco igrofilo (umido) che comprende formazioni a ontano nero, o salice bianco, a almo campestre e a farnia. Lef ormazioni a salici e olmi  compaiono con maggior frequenza dove il  terreno è meno umido.

I Fiori

campanellino

Ai bordi delle teste e dei canali può sorprendere l’iris giallo  o la rara orchidea palustre. All’interno del bosco si possono trovare il campanellino estivo, il dente di cane, e il rarissimo giglio dorato, inbvia di estinzione in tutta Italia. Tra i fiori compare la polmonaria,  che muta colore dopo l’impollinazione. Più comuni, Spesso con fioritura tappeto, sono il campanellino invernale , la pervinca, la primula, la viola mammola, la viola bianca. Numerosi sono i cespugli di rosa canina, rovo, sambuco  e biancospino.

La Fauna

Le specie che si possono vedere sono moltissime grazie alla diffusione dei boschi e all’acqua sempre rinnovata. Si possono ascoltare il picchiettare del picchio rosso maggiore, il canto dell’usignolo e quello del cuculo. Facile incontro con la gallinella d’acqua, l’airone cinerino, le garzette ed i germani reali. Si vede spesso volare il gheppio che nidifica nei fienili delle cascine. Tra gli uccelli notturni non mancano le civette, gli allocchi e i gufi comuni. Occorre molta fortuna per incontrare il martin pescatore che, fino a pochi anni fa, nidificava lungo le rive dei fossi. Facile incontrare il piccolo scricciolo, la ballerina gialla e il grazioso pettirosso. Meno ricc la presenza dei mammiferi, tra cui i ricci e le lepri facili da incontrare.