Skip to content

Oasi Renata Fonte

Oasi Renata Fonte - Vizzolo Predabissi

Nel cuore dell’area sud-est della Città Metropolitana di Milano, sorge un piccolo comune che è diventato il fulcro di un’importante trasformazione ecologica e sociale. Parliamo di Vizzolo Predabissi, un’incantevole località che è rinata grazie all’iniziativa ambiziosa dell’Oasi “Renata Fonte”.
Questo progetto prende ispirazione da una storia tragica, quella di Renata Fonte, giovane assessora vittima di eco-mafia. Il suo ricordo e il suo impegno per un futuro sostenibile diventano la linfa vitale di un’iniziativa che guarda al territorio con occhi nuovi.
Il 7 Aprile 2024,  è stata inaugurata la nuova Oasi Renata Fonte. Questo evento  ha segnato l’inizio di una nuova era per Vizzolo Predabissi, trasformando l’ex cava TEEM in un luogo di rinascita e rigenerazione.
L’obiettivo principale è quello di favorire la transizione ecologica, coinvolgendo attivamente la comunità locale. In particolare, si punta ad offrire ai giovani la possibilità di riappropriarsi del proprio territorio, rendendoli protagonisti attivi di un cambiamento positivo.
Le azioni di rigenerazione prevedono la creazione di aree verdi, la reforestazione di alberi e la valorizzazione della biodiversità locale. Inoltre, verrà realizzata un’ampia riforestazione, con la messa a dimora di migliaia di alberi autoctoni, contribuendo così alla conservazione dell’ambiente e alla mitigazione del cambiamento climatico.
La creazione di un’aula didattica rappresenterà il cuore pulsante dell’Oasi, offrendo agli studenti e ai visitatori la possibilità di approfondire le tematiche legate all’ambiente e alla sostenibilità. Qui, saranno organizzati laboratori ed incontri, promuovendo la conoscenza e la consapevolezza sulle sfide ambientali del nostro tempo.
Per gli amanti della natura e dell’osservazione degli uccelli, verranno realizzate apposite barriere per il birdwatching, consentendo loro di godere appieno della ricca avifauna presente nell’area. Saranno inoltre create aree specifiche per l’osservazione della flora e della fauna, offrendo agli appassionati la possibilità di esplorare e scoprire la bellezza del mondo naturale.
L’ex cava lungo la tangenziale A58 diventa così un’oasi di 250mila metri quadrati molto importante per il nostro territorio. Questa iniziativa si inserisce perfettamente nel contesto dell’attuale attenzione alla tutela dell’ambiente e degli ecosistemi, come sancito dall’introduzione dell’articolo 9 della Costituzione italiana. È un segno tangibile dell’impegno della comunità locale per la salvaguardia del nostro patrimonio naturale, a beneficio delle generazioni presenti e future.

  • Superficie: 250 mila metri quadrati
  • Habitat: Foreste, prati, paludi, laghi
  • Flora: Alberi ad alto fusto, arbusti, erbe palustri, ninfee
  • Fauna: Uccelli, anfibi, rettili, mammiferi
  • Attività: Visite guidate, birdwatching, trekking, mountain bike
Oasi Renata Fonte - Vizzolo Predabissi
Skip to content