TURISTI DEL SUBLIME A KM 0

Melegnano - Merlino - Lucino

Itinerario slow alla scoperta del territorio da Melegnano a Lucino, a bordo di un’auto ibrida, accompagnati da una playlist dedicata al viaggio slow, tra castelli, fontanili, santuari e cascine.

Percorso inverso: lasciamo alle spalle la metropoli per inoltrarci nella pianura a Sud Est di Milano.

Per raccontare quel che è rimasto di quel valore antico che non può andar perduto. La valle dei monaci, la Strada del Duca, il Sentiero delle Abbazie, il sentiero dei Giganti.

La storia è ancora tutta da scrivere, insieme.

Quale forma ha il passato? E quale forma hanno i nostri sogni?

Partiamo, lui ed io, dal centro storico di Melegnano (MI) per questo viaggio mordi e fuggi alla scoperta di un ecomuseo speciale. Obiettivo? Iniziare a fissare nella mente, e nel cuore, reti e poli di un territorio vicino a casa nostra, a Km 0.

Discorriamo su quale forma ha il passato e il futuro della bassa padana. E quale forma potrebbe avere fin da subito se cittadini, studiosi e politici si unissero fortemente per il bene pubblico. In questo agosto del 2021 ci concediamo un assaggio del territorio attorno a casa nostra, a caccia di vestigia di condottieri, monaci, abbadesse e duchi. 

Attraversiamo luoghi di fascino: camminando ai lati di un fontanile, scoprendo la corte di una cascina, vagando per la campagna con la musica di una playlist “Mysterious Traveller” creata apposta per questa tappa.

Ecomuseo per rafforzare l’identità territoriale

Viaggiamo per conoscere percorsi e poli di un network informativo e ‘social’. Tu chiamalo se vuoi ecomuseo.

Nato negli anni 70, ha avuto come fautore Hugues De Varine che, nel libro ‘Radici del futuro. Il patrimonio culturale al servizio dello sviluppo locale’, editore Clueb propone questionari utili a indirizzare studi e obiettivi per tutelare il territorio senza ‘ingessarlo’.

Il portale che fornisce  informazioni utili in merito agli ecomusei è Drops. Un sito che, tra l’altro, spiega che l’Italia è l’unico Paese al mondo in cui gli ecomusei si sono moltiplicati negli ultimi vent’anni e sono oggi riconosciuti per legge in quindici Regioni o Province (su 21 in Italia).

Da segnalare, infine, la recente indagine sullo stato dell’arte degli ecomusei che si chiama EcoHeritage.

Prima tappa Melegnano: se il castello è di pianura. Il Castello Mediceo di Melegnano, tipico ‘castello di pianura’ è costruito in laterizio e, sul lato verso il parco, presenta un corpo di fabbrica in parte distrutto da Francesco Sforza nel 1449.

Con il suo balcone in ferro battuto proteso sul nulla e senza pavimento.

La corte è più rassicurante e la continuità visiva e di materiali tra l’acciottolato e le pareti sbrecciate ci conforto. 

Castello Mediceo di Melegnano

Sulle orme dei pellegrini medievali

Nel nostro viaggio approdiamo in un luogo apparentemente sperduto nella campagna lodigiana.

Al Santuario di San Giovanni al Calandrone (un piccolo corso d’acqua che una volta lambiva il santuario) si arriva infatti percorrendo una strada sterrata.

Meta di numerosi pellegrini fin dall’epoca medievale, il santuario che si trova a Merlino (LO).

Con la sua architettura dipinta e ben conservata, accoglie una grande folla soprattutto il 24 giugno, quando si celebra la nascita di San Giovanni.

Come pellegrini medievali

Ai lati della facciata del Santuario di San Giovanni al Calandrone, si scoprono due vasche in pietra, una delle quali spezzata in più punti. Alla prima si attinge l’acqua miracolosa.

Un’incisione sopra la seconda vasca racconta un fatto strano capitato a un viandante, come si legge nella foto sotto.

A 30 all'ora nel cuore della Bassa

Siamo di nuovo in auto, un’auto ibrida e intelligente. Lui mi mostra come fa quasi tutto da sola. Imposti la velocità e via. Le note di Steve Hackett e il sax di John Coltrane escono dall’autovettura e prendono il largo. Così come i nostri pensieri. Percorriamo attenti strade strette, a doppio senso, con curve a gomito, ed ecco apparire all’improvviso un contadino su un trattore. E un cartello: agriturismo in cascina, conviviali e buon cibo.

Consultando la guida apprendiamo di trovarci in una zona ricca di fontanili, tipici corsi d’acqua della pianura padana. Pare che siano oltre 360 i fontanili attivi nell’area metropolitana milanese e altrettanti quelli scomparsi.

La Strada del Duca

Discorrendo di pregi, opportunità e criticità di un territorio ricco, che vorremmo fosse preservato senza ingessarlo, andiamo alla ricerca di un mulino particolare di cui lui ha sentito parlare.

Invece ci imbattiamo nella Strada del Duca, via rettilinea di 2000 passi tra i campi, che conduce dalla Rivoltana alla Paullese e che in passato è stata rimessa in funzione nel 1700 dal duca Gabrio Serbelloni.

Un viandante, che ha percorso la strada da Lucino (Rodano) a Pantigliate (MI), appare in lontananza. 

Cascinali, filari, risorgive

Ci rimettiamo in viaggio verso il nulla della campagna: distese di granoturco maturo a un lato della strada, una roggia dall’altro.

I silos delle cascine sono ideali punti di riferimento per orientarci in un paesaggio che, pur ordinato e antropizzato, ci appare misterioso, selvaggio, tutto da scoprire, come in questo itinerario solo in apparenza casuale.

Sognamo di poterci inoltrare nei pioppeti, seguire la linea dei fontanili fino alle polle delle risorgive senza consultare una mappa o un navigatore, ma come flâneur, osservatori disinteressati, oziosi affaccendati.

Museo in cascina

Solo di sfuggita approdiamo alla Cascina Castello, sede del Centro Etnografico delle Tradizioni Contadine e di un Punto Parco del Parco Agricolo Sud Milano.
Il Museo si trova a Settala (MI), al confine con Rodano, e nelle vicinanze c’è la Riserva Naturale Sorgenti della Muzzetta. Per strada non mancano cartelli ironici come quello che intima «automobilisti, non sollevate polvere!
L’itinerario termina qui, ma le tappe alla scoperta dell’Ecomuseo Vettabbia Fontanili sono ancora moltissime.
L’invito è: lasciarsi stupire nell’osservare che è rimasto molto di quel valore antico che non può assolutamente andare perduto.
Solo raccontandolo e rendendolo noto a tutti possiamo continuare a preservarlo e renderlo ancora più sostenibile con progetti ‘smart’.
Nuove perlustrazioni si possono fare in agosto, in autunno con il foliage che infuoca le masse arboree e a novembre con le nebbie della Bassa.
Chi vorrà esserci? 

 

Appendice 1 On the road. Pensieri

Frasi liberamente ispirate alle liriche di The Cure, Pretenders, Everything but the Girl, The Waterboys, Pink Floyd, Steve Hackett, Weather Report, ispiratori del “Mysterious Traveller”, playlist creata apposta per questo viaggio.

Sono così felice di poter urlare! Non vi è nessun altro posto al mondo dove preferirei essere.
Sono in piedi al centro della strada, nel bel mezzo della vita con i miei piani dietro di me.
Sto ancora aspettando il cavaliere scintillante. Tu inizi a vedere in me immagini di qualcosa che avresti potuto essere.
Rinuncio così facilmente a quel poco che mi lasciano conquistare…, se non avessi il fuoco per lottare, mi si congelerebbero le scarpe.
Le vacanze sono iniziate e tu cammini in campi freschi lasciando tracce sulla terra.

 

Appendice 2 La nuvola delle parole chiave   

 

#Emozioni   

#CogliIlParticolare   

#Bellezza 

#Pace  

#Incantato